ovidio news
Mobilità elettrica e ‘retrofit’, convegno a Roma Mobilità elettrica e ‘retrofit’, convegno a Roma
Roma 29 Gennaio – Si è svolto ieri presso la Camera dei Deputati un convegno dedicato alla mobilità elettrica, ed in particolare al ‘retrofit’,... Mobilità elettrica e ‘retrofit’, convegno a Roma

Roma 29 Gennaio – Si è svolto ieri presso la Camera dei Deputati un convegno dedicato alla mobilità elettrica, ed in particolare al ‘retrofit’, ossia al ritiro e alla modificazione in senso ecologico di veicoli nati per i motori a combustibile fossile. La sala del palazzo Theodolo Bianchetti, contiguo a Montecitorio era affollata, anche perché, per una volta, non si è trattato del solito incontro di parole, di promesse e generiche buone intenzioni.

Sono state invece presentate al pubblico esperienze concrete, realtà operanti, una in particolare proprio in Abruzzo, la Taumat di Atessa, che ha prodotto il prototipo di un kit di elettrificazione per scooter, denominato Duck. A questo link la presentazione video. https://www.youtube.com/watch?v=x2CR670_0AA&feature=emb_title

L’altra società che si è presentata al pubblico è la Newtron, di Roma, che produce kit di elettrificazione per le auto. (il link del loro sito: https://www.kitnewtron.it/).

Le Newtron ha presentato la sua filosofia produttiva con alcuni filmati di grande impatto, che mostrano il lavoro fatto da artigiani carrozzieri e meccanici per restaurare auto e sostituirne il motore a scoppio con il kit elettrico, con risultati che permettono di aggiungere questo particolare tipo di prodotto alla lista delle eccellenze italiane.

Il convegno è stato curato dal deputato abruzzese del M5S Fabio Berardini, e aperto dal sottosegretario Buffagni. In effetti, occorre dire che dopo il marzo 2018 l’idea di mobilità sostenibile ha cominciato a godere di molto favore a livello governativo, e che lo stesso si possa dire a livello Parlamentare. Ma la gravità della questione ambientale, in particolare dello stato dell’aria nelle città italiane, sottoposte ad un enorme stress da traffico di auto inquinanti, fa pensare che, in base ai numeri forniti dalla deputata Carmela Grippa (M5S commissione trasporti della Camera) siamo molto lontani da risultati anche solamente accettabili.

E’ senz’altro vero che l’Italia è avanti in termini RELATIVI rispetto al resto dell’Europa. Ma quando si va a ‘vedere’ in senso pokeristico, si scopre che l’elettrificazione delle auto è ancora un bluff, poche migliaia su un parco circolante che conta milioni di vetture. Anche il (relativo) successo dell’ibrido, indica che la mentalità degli automobilisti (e dunque dei cittadini) non cambia, o cambia con una lentezza a un tempo esasperante e inadeguata. L’industria automobilistica, tanto più in tempi di magra, continua a spingere sulle prestazioni, sottolineando i grandi risultati ottenuti abbassando le emissioni di gas di scarico, così perpetuando l’equivoco del fossile ‘pulito’ (ricordate il ‘carbone pulito’ delle centrali ‘di nuova generazione’?) come se l’obiettivo, per città stressate come le nostre, non debba essere ’emissioni zero’, ma il più banale ‘inquiniamo un po’ meno’…

Ovidio News