ovidio news
Tutto sarà perfetto, Lorenzo Marone. Letture ironiche, adda passà la quarantena Tutto sarà perfetto, Lorenzo Marone. Letture ironiche, adda passà la quarantena
La quarantena adda passà, mettiamocelo bene in testa. Restare a casa per forza non è poi così piacevole dopo qualche giorno, soprattutto se le... Tutto sarà perfetto, Lorenzo Marone. Letture ironiche, adda passà la quarantena

La quarantena adda passà, mettiamocelo bene in testa. Restare a casa per forza non è poi così piacevole dopo qualche giorno, soprattutto se le convivenze diventano strette. Dopo il divano potrebbe esserci il balcone, ma le temperature ancora non permettono di dormire fuori. Una bella lettura, scorrevole, ironica e anche abbastanza vicina alla realtà che vivevamo prima dell’isolamento, è quello che ci vuole. Lorenzo Marone, scrittore, nel suo ultimo romanzo racconta la vita di un single quarantenne, un fotografo, quindi uno che non ha un lavoro stabile agli occhi di tutti, pieno di aneddoti che lo allontanano dalle cose serie e lo fanno apparire un immaturo perfino alla badante del padre malato che si ritroverà ad accudire nonostante si sia tenuto sempre a debita distanza dalla famiglia. La sorella Marina deve allontanarsi per qualche giorno e gli affida l’anziano genitore. Per iniziare gli lascia un decalogo delle regole da rispettare:

  1. Non lasciarlo Mai solo!!!
  2. Aiutalo a vestirsi
  3. Rispetta l’orario dei farmaci
  4. Niente intralci per casa, può inciampare
  5. Attento alla dieta: no fritti e dolci
  6. Non chiuderti in bagno
  7. Non lasciare la camera da letto aperta
  8. Non spegnere la luce del corridoio di notte
  9. Non fargli fare cose stupide (ti conosco)
  10. Non spostare Augusto dal divano

La lista è interessante ed è chiaramente scritta da una persona molto ansiosa. Il protagonista, Andrea, infrangerà tutte le regole, un po’ per dimenticanza un po’ perché un ultimo viaggio verso il luogo dove avevano vissuto tanti anni prima, Procida, non lo si può negare ad un vecchio capitano della marina. I luoghi dell’infanzia portano sempre sorprese e scoperte…

Ah, Augusto è il cane e la porta della camera da letto verrà lasciata aperta.

Samanta Di Persio