ovidio news
Telefonate per un lavoro normale Telefonate per un lavoro normale
“Pronto” “Buongiorno, sono Eleonora, la chiamo perché stiamo cercando personale, magazzinieri e commessi, per l’apertura di un nuovo negozio nella sua città” Proprio così,... Telefonate per un lavoro normale

“Pronto”

“Buongiorno, sono Eleonora, la chiamo perché stiamo cercando personale, magazzinieri e commessi, per l’apertura di un nuovo negozio nella sua città”

Proprio così, arrivano queste telefonate a casa con la richiesta di lavoratori. Sembrerebbe bellissimo, una sorta di collocamento che non ha mai funzionato. Oggi, con la diffidenza che c’è, si è tentatati di riagganciare perché viene subito il sospetto che sia qualche truffa. Invece, nel caso in questione, lasciano anche un numero di telefono per essere richiamati.

I dubbi iniziano da qui. Spinti dalla curiosità di andare più a fondo, perché le informazioni che rilasciano non sono mai esaustive, richiamiamo. Eleonora nel frattempo deve aver cambiato sesso perché risponde un uomo che non conosce la donna, anzi si lamenta perché in passato più volte è stato chiamato per gli stessi motivi, ma dice di essere totalmente estraneo al tutto. Subito dopo Eleonora richiama, avrà un sesto senso, raccontiamo l’accaduto e lei si giustifica dicendo che è stato digitato un numero errato, un 3 al posto di un 8. Il qui pro quo sembrerebbe risolto e mandiamo un sms al signore importunato che, invece, risponde dicendo che il numero è proprio quello. Immediatamente viene controllato il numero fra le chiamate uscite e nuovamente coincidono, Eleonora ha detto una bugia. Il mistero si infittisce.

Accettiamo un appuntamento per capire meglio di cosa si tratti. Ci viene fornito un indirizzo e, nel frattempo, una conoscente racconta che ha avuto la stessa telefonata da un’azienda che cercava venditori di caffè. Mettendo su internet l’indirizzo che c’è stato fornito, l’azienda esce fuori: Vitha group (il puntino della i e rappresentato da un chicco di caffè).  Sul sito solo un recapito di un numero fisso e un generico indirizzo email, non ci sono nomi di referenti. Sorprende che l’azienda si occupi di un’infinità di cose: trattamento acque, alimenti e integratori, risveglio, sistemi di risposo, cosmesi, vending, thermo chef, aria. Spulciando sul sito, fra gli obiettivi, a chiare lettere, c’è scritto: “fornire un’opportunità imprenditoriale da realizzare in franchising”, niente contratto da magazziniere, al massimo si diventa azionisti della società.

Ormai la curiosità è tanta e così cerchiamo su Facebook se qualcuno ha avuto un’esperienza simile di reclutamento. L’azienda viene annoverata nel gruppo basta con gli annunci di lavoro TRUFFA”, quindi si cerca per telefono, ma anche con metodi tradizionali come mostrato dai vari screenshot. Ci sono tantissimi commenti di utenti, da diverse città italiane, che si lamentano perché non c’è corrispondenza fra l’offerta proposta di lavorare in un negozio e quello che emerge dal colloquio ovvero una forma di multilevel marketing. Persone giovani e meno giovani che hanno fatto anche decine e decine di chilometri per recarsi all’appuntamento dove probabilmente non sarebbero mai andati se l’approccio iniziale fosse stato più chiaro. Da una visura Vitha Group è una società per azioni che ha soli 8 dipendenti quindi l’ipotesi di un’assunzione potrebbe rimanere solo un sogno.

relazionato da diretti testimoni

S.D.P.